Organizzare i pasti

Organizzare i pasti durante la quarantena

Fare la spesa oggi non è più quell’attività spensierata che era una volta, ma ci appare di più come una missione. In queste circostanze avere le idee chiare e fare una spesa quanto più mirata possibile, è necessario.

Ci sono due strumenti (più uno) che ci possono aiutare: il primo è la lista della spesa, il secondo il menu settimanale, a cui vi propongo di aggiungere un altro strumento utile.

La lista della spesa

È fondamentale avere una lista della spesa completa e ben pensata per non perdersi tra gli scaffali, una cosa che possiamo fare per organizzarla meglio è suddividere i tipi di alimenti in categorie e magari inserirli nella lista con lo stesso ordine in cui li troviamo nel percorso del supermercato.

Fare una specie di mappa del nostro supermercato di riferimento e organizzare la lista di conseguenza ci farà risparmiare parecchio tempo.

Cerchiamo di non lasciare nulla al caso: controlliamo bene cosa abbiamo già a casa e pensiamo a cosa prepareremo da mangiare nei giorni successivi, evitiamo di vagare tra gli scaffali alla ricerca di qualche ispirazione, come potevamo fare una volta!

Il modo migliore per capire cosa faremo da mangiare è scriverlo, ovviamente! In questo caso il menu settimanale ci sarà di grande aiuto!

Il menu settimanale

Scarica qui il mio modello

Preparare un menu settimanale probabilmente ci sembrerà strano, magari possiamo pensare di limitare la nostra creatività e di toglierci la libertà di lasciarci ispirare dal momento, ma vedrete che non sarà così, perché il nostro estro lo useremo in fase di compilazione e comunque, faremo sempre in tempo ad apporre delle modifiche durante la settimana.

I benefici

  1. Alleggerisce la mente
    poiché non dovremo più pensare giornalmente a cosa fare per il pasto successivo.
  2. Agevola una sana alimentazione
    pensare prima al menu, ci consentirà di bilanciare meglio i nostri pasti, non solo all’interno della giornata, ma anche della settimana.
  3. Il nostro menu sarà più vario
    scegliendo cosa fare prima, eviteremo di doverci arrangiare con ciò che abbiamo, differenziando maggiormente la nostra alimentazione.
  4. Migliore organizzazione dei tempi
    sapendo cosa dovremo preparare, potremmo sfruttare meglio il tempo durante la mattina e il pomeriggio, rilassandoci quando avremo scelto delle preparazioni più semplici.

Qualche trucco

  1. Segniamo nel menu quando si fa la spesa
    ci saranno alimenti che vanno consumati appena presi, altri che possono aspettare, preparazioni che andranno riposte in frigo, quindi da tenere quando il frigo si sarà un po’ svuotato.
  2. Scegliamo le pietanze da preparare
    non esageriamo con le preparazioni troppo elaborate, rischiando di riempire il frigo di ingredienti prima e di avanzi poi.
  3. Non riempiamo tutti gli spazi
    lasciamo qualche pasto dedicato agli avanzi, a preparazioni jolly o comunque a piatti molto semplici, altrimenti seguire il menu ci sembrerà un lavoro troppo pesante.
  4. Gli extra
    oltre al pranzo e alla cena possiamo inserire gli extra, che possono essere delle preparazioni che vogliamo fare, come dei dolci o l’impasto della pizza per il giorno dopo!

La lista dei piatti da provare o ripetere

Scarica qui il mio modello

Lo strumento in più che ci faciliterà la stesure del menu è la lista dei piatti da provare, che man mano potrà anche trasformarsi nella lista dei nostri piatti preferiti.

Si tratta di un foglio in cui annotare i piatti che ci vengono in mente quando il menu settimanale è già stato scritto.

È comodo suddividerlo in tipologie, così mentre si redige si possono pescare i piatti di cui abbiamo bisogno, io ad esempio ho suddiviso per categorie alimentari, ma potreste anche suddividerlo per difficoltà di preparazione, per tipo di cottura, basta che vi sia d’aiuto per la compilazione del menu.

Una volta provati i piatti, segnate quelli che non volete più ripetere e annotate quelli che vi sono particolarmente piaciuti così da riportarli in una nuova lista quando lo spazio sarà esaurito.

È un modo per arricchire la varietà dei piatti che cuciniamo!

Concludendo

Organizzare i pasti fa bene alla mente e alla salute, potrebbe essere una nuova abitudine da imparare in questi giorni, ma che ci potrà agevolare la vita anche quando tutto sarà finito!

Restiamo vicini, anche se lontani, un abbraccio!

4 risposte a “Organizzare i pasti”

  1. Ottimi spunti! Proprio in questo periodo di permanenza in casa si può far diventare la compilazione del menù un’abitudine. Io uso dei post It piccoli per scrivere le pietanze, così mi rimangono e mi servono come lista dalla quale attingere.

    1. è proprio così! con i ritmi “normali” si fatica a tenere una certa costanza, ma magari imparando in questo periodo, sarà più facile mantenere qualche buona nuova abitudine! 😉 Grazie di aver letto e commentato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *