Liberare la cucina – seconda parte

Continuiamo a fare spazio in cucina

Se dopo aver letto il post precedente, hai riorganizzato frigorifero e dispensa ora è arrivato il momento di proseguire con il resto della cucina, ma  prima di andare avanti fermati a guardare bene gli spazi:

  • È tutto dove serve?
  • Ci sono cose che usi poco in cui incappi spesso?

Cerchiamo di guardare con occhi nuovi la nostra cucina e poi partiamo! 

Utensili, attrezzi e piccoli elettrodomestici

In questa categoria rientrano mestoli, stampi, teglie, grattugie e tutti quegli attrezzi, elettrici e non, che ci possono aiutare a cucinare, ma che a volte non fanno altro che occupare il nostro spazio!

Uso frequente

Anche fra ciò che usiamo più frequentemente, sicuramente possiamo fare un’ulteriore distinzione: separare ciò che usiamo tutti i giorni da quello che usiamo ogni tanto e riporre tutto ciò che usiamo quotidianamente negli spazi adiacenti a quelli di utilizzo. Ad esempio: sotto i fuochi ha più senso avere i mestoli che le posate, i coltelli da cucina dovrebbero stare in sicurezza vicino al piano da lavoro. 

Nel frattempo cerchiamo di eliminare i doppioni non necessari, perché va sempre bene avere qualche mestolo in più, ma forse 5 mestoli non sono indispensabili! 😉

Uso saltuario

Oltre alle cose che utilizziamo in modo più frequente, ci sono quelle che adoperiamo raramente: queste si possono anche riporre più lontano dal piano di lavoro oppure negli spazi meno accessibili della cucina. 

Prestiamo particolare attenzione a cosa si ripone in alto: gli scaffali alti non dovrebbero mai essere troppo pieni, si correrebbe il rischio di far cadere qualcosa cercando di estrarre ciò che ci serve, inoltre è più facile scordarsi di quello che si trova in alto.

Ricordiamoci che tutto, anche ciò che usiamo poco, dovrebbe essere facilmente estraibile dagli scaffali o dai cassetti: una cosa difficile da estrarre sarà una cosa che avremo sempre meno voglia di usare!

In questa suddivisione, come sempre raggruppiamo per categorie che abbiano senso per noi, ad esempio tutto ciò che posso usare per preparare prodotti da forno, o tutti i contenitori per la conservazione degli alimenti, e così via. 

Stoviglie

Questa categoria è ben diversa dalla precedente, poiché racchiude ciò che utilizziamo per mangiare e non per cucinare.

Trovare la posizione giusta

Le cucine possono avere dimensioni e disposizioni molto variabili, quindi per trovare il posto giusto, genericamente possiamo tenere in considerazione 3 cose:

  1. distanza dalla lavastoviglie (o dal lavello)
  2. distanza dal tavolo
  3. distanza dal piano di lavoro

L’aspetto della comodità di riporre le stoviglie appena lavate, secondo me è il più impattante, poi valutiamo la distanza dal tavolo, per la comodità di apparecchiare e in terza battuta dal piano di lavoro, poiché se vicino al piano di lavoro avremo gli utensili giusti, avremo bisogno poche volte delle stoviglie.

Le occasioni speciali

Quante stoviglie teniamo per le occasioni speciali? Quante occasioni speciali contiamo in un anno? 

Attenzione a non accumulare servizi di piatti e bicchieri che non utilizziamo mai; si possono usare cose belle anche tutti i giorni (purché siano pratiche).

Valutiamo bene se sia il caso di tenere alcuni servizi che occupano solo spazio, forse si potrebbe pensare di venderli o regalarli a qualcuno?

Il valore affettivo

A volte teniamo delle cose solo per un valore affettivo, ma quelle cose ci piacciono veramente? Se sì, le usiamo? Sono pratiche?

Anche in questo caso facciamo le dovute valutazioni, cerchiamo di capire a quali ricordi ci legano questi oggetti e se siano davvero necessari.

Solo cose che ci piacciono davvero

In cucina, come anche nel resto della casa, dovremmo circondarci solamente di cose che ci piacciono e pratiche da gestire. Si possono fare delle eccezioni per quegli oggetti che ci trasmettono davvero un’emozione positiva anche solo vedendogli, ma questi ultimi devono essere davvero pochi: facciamo selezione!

Tessili

Tovaglie

Non tutti tengono in cucina anche quelle pulite, pensando che occupino troppo spazio, ma in questo caso il suggerimento è sempre quello di fare una bella selezione:

Ci piacciono davvero tutte? Quante ne abbiamo per tipologia (tavolo grande, tavolo piccolo, tovaglia per le feste ecc.) Ci servono proprio tutte quelle che abbiamo?

Stabiliamo un numero per tipologia di tovaglia e possibilmente trova un cassetto in cucina dentro il quale metterle tutte; di solito ne bastano 2 o 3 di quelle che usiamo tutti i giorni e una per tipologia delle altre.

Strofinacci, grembiuli, presine e sottopentole

Qui a volte scatta il vero e proprio collezionismo! Vale la solita regola, ormai lo abbiamo capito: selezionare! Smettiamola di tenere una pila di strofinacci nuovi di zecca, continuando ad adoperare quelli più usurati… Usiamo il bello, doniamo quello che è di troppo e se possibile ricicliamo ciò che ha fatto il suo corso!

Stabiliamo il numero di ciò che ci serve e se possibile riponiamo tutto in cucina, in modo da non perdere il controllo di quello che abbiamo. Potremmo utilizzare lo stesso cassetto delle tovaglie, oppure uno vicino al lavello o al piano di cottura.

Asciugamani e stracci

É sempre una buona pratica igienica evitare di asciugarsi le mani sugli strofinacci da cucina che usiamo per i piatti, meglio avere degli asciugamani apposta e anche in questo caso, contati. Stessa regola vale per le pezze che usiamo per pulire il piano di lavoro: dovrebbero essere identificabili e selezionate apposta per questo ambiente. 

Il posto in cui riporli potrebbe essere sempre nello stesso cassetto delle tovaglie, così da creare un’intera zona dedicata ai tessili.

La carta

A volte in cucina si accumula di tutto e di più, l’importante è avere chiaro cosa vogliamo che ci rimanga e cercare di mantenere l’ordine che ci siamo prefissati. 

Libri di cucina

Se c’è uno spazio adatto, quindi in una posizione protetta, ma comunque a portata di mano, tenere i libri di cucina al suo interno può essere una buona soluzione per ricordarsi di utilizzarli, in caso contrario il rischio di accumularne senza mai consultarli sarà molto più alto. 

Spesso troviamo difficile separarci dai libri, ma ormai avremo capito quali sono quelli che ci piacciono di più, le cui ricette sono spiegate meglio e più in linea con le nostre corde. Teniamo solo quelli, stabiliamo uno spazio in cui conservarli e quello farà da limite sulle quantità.

Brochure pubblicitarie

Spesso si finisce per conservare proprio in cucina molte brochure e flyer, inerenti ai pasti a casa e non, se proprio vogliamo tenerle, possiamo stabilire un piccolo (piccolissimo) spazio dedicato, che andremmo periodicamente a controllare: cerchiamo però di non riporre nulla prima di aver stabilito se possa essere utile o meno.

Carte varie

Se non è in cucina, è nell’entrata o in salotto, ad ogni modo anche per le carte di ogni genere la prima regola è: buttare se non serve!

Non appoggiamo nulla se prima non lo abbiamo valutato e poi capiamo se si tratta di qualcosa da mettere in uno scadenziario o altrove, l’importante è che sia un posto definito.

Concludendo

Spero di aver dato maggiore chiarezza su come rendere la nostra cucina più accogliente, prima di tutto per noi stesse! I miei sono solo spunti, lo scopo principale di questa serie di post è quello di aiutarvi a capire cosa sia necessario per voi e smaltire il resto, alleggerendo la casa e la mente.

I passaggi sono sempre gli stessi:

  1. Tirare fuori tutta una categoria
  2. Pulire le superfici
  3. Fare delle ulteriori suddivisioni
  4. Eliminare il superfluo
  5. Capire quale sia il posto più adatto
  6. Riporre con ordine

Sembra facile ma non sempre e non per tutti lo è, ognuno di noi ha una o più zone in cui fatica a mantenere l’ordine; se sei bloccata e non riesci a gestire una particolare zona della tua casa, contattami, posso anche aiutarti attraverso una video chiamata.

Grazie per avermi dato retta, un abbraccio e restiamo vicine (e organizzate), anche se lontane! Un abbraccio.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *