Liberare la camera da letto | seconda parte

Continuiamo a fare spazio nella camera da letto

Come è andata con il decluttering degli indumenti? Spero bene e spero anche che si sia liberato un po’ di posto per riorganizzare meglio altre cose, magari cose che forse non erano in camera oppure che c’erano, ma accatastate in qualche angolo dell’armadio.

In questo articolo farò qualche esempio di cosa si possa analizzare e smaltire per organizzare meglio gli spazi della camera da letto.

Biancheria da letto

Come abbiamo già visto nell’articolo sulla riorganizzazione della cucina, o della stanza da bagno, sarebbe opportuno tenere i tessili nello stesso luogo in cui si adoperano, in modo tale da averli a portata di mano nel posto in cui servono. Questo vale anche per la biancheria da letto, avere la propria biancheria da letto, ognuno nella propria camera, aiuta nel momento del cambio delle lenzuola e anche in questo caso vale sempre la regola della selezione: tenere meno set, ma solo quelli che amiamo.

Spesso invece accumuliamo biancheria da letto senza mai eliminarla, perché è difficile che un copripiumino o un lenzuolo arrivino ad essere logori a tal punto da indurci a sbarazzarcene. Cosa succede però di solito? Usiamo quelli nuovi, seppellendo sempre più quelli vecchi, fino a dimenticarcene.

Magari sepolti poi ci finiscono anche quelli che ci piacciono e noi utilizziamo sempre gli stessi set più a portata di mano; invece dovremmo stabilire un numero di set che ci torna utile e mantenerlo. Non ha alcun senso occupare due ripiani del nostro armadio con biancheria da letto che non adopereremo più: diamo spazio a ciò che amiamo e troviamo altre destinazioni a ciò che non ci interessa più.

Come dicevo nell’articolo precedente i vecchi tessuti si possono donare, se ancora in buono stato, oppure se un po’ deteriorati, si possono regalare a chi li ricicla.

Quindi fare una bella selezione e riporre in ordine tutti i set, ci agevolerà il lavoro del cambio del letto e ci darà soddisfazione aprire l’anta e vedere tutto in ordine, anziché tutto ammassato.

Borsette

Le borsette spesso finiscono per occupare i buchi degli armadi nell’ingresso oppure sparpagliate in giro per la casa; sarebbe invece bello averle tutte insieme, per poter decidere ogni volta si abbia voglia di cambiarla, quale indossare. Per chi ama le borsette, averle tutte visibili e nello stesso posto, sarà una gioia! 

Spesso per pigrizia finiamo coll’indossare per lunghi periodi sempre la stessa borsa, ma se le riponiamo tutte insieme in ordine, siamo più invogliate a cambiarla, evitando inoltre di usarla come archivio e “dimenticatoio”.

Già, perché cosa non c’è nelle borse delle donne…  Spesso nemmeno noi lo sappiamo! 

Se ci abituiamo a guardare ogni giorno il loro contenuto e ad organizzarlo meglio, magari con delle bustine per gli accessori più piccoli, l’operazione del cambio borsa avverrà in maniera molto rapida.

Sapere cosa abbiamo in borsa e dove si trovano le cose, ci eviterà molti momenti di défaillance, come ad esempio davanti al portone di casa, alla cassa del supermercato o mentre cerchiamo il cellulare e così via…

Quindi sia che siate amanti delle borsette o che le usiate per semplice praticità, adottare l’abitudine di riordinarla appena rientrate a casa vi renderà la vita più semplice!

Il comodino

Comodino, ossia il “raccogli cianfrusaglie”!

Comodini ce ne sono di tutte le dimensioni e capienze e spesso, chissà perché, attirano tutte quelle cose che non si sa dove mettere, il più delle volte per mancanza di tempo.

Il classico esempio sono le monetine ritrovate in qualche pantalone, oppure bottoni e etichette dei vestiti, poi creme, medicine e chi più ne ha più ne metta! 

Il comodino dovrebbe racchiudere al suo interno quelle cose funzionali per noi prima o durante il riposo: fazzoletti, un libro, un piccolo taccuino; non dovrebbe rappresentare “lo step precedente” al bidone delle immondizie.

Ricordiamoci che il disordine in camera da letto può influenzare negativamente il nostro sonno, quindi diamo la giusta importanza all’ordine del comodino, che sta proprio accanto al nostro letto.

Appendini e Servi muti

Nella camera spesso si trovano appositi arredi da parete o da terra per riporre i vestiti che abbiamo già usato, ma dobbiamo stare attente a non esagerare, perché i cumuli di vestiti appesi o appoggiati, creano disordine e possono quindi appesantire la nostra mente.

Pertanto cerchiamo di limitare le quantità a massimo 1 cambio e soprattutto, non riponiamo le cose pulite sul servo muto.

C’è anche la possibilità, se si ha lo spazio, di riservare una parte dell’armadio alle cose già indossate, anziché lasciarle fuori, ma è questione di abitudine, l’importante è che gli spazi siano ben delimitati e chiari, per non mischiare le cose usate con quelle pulite.

Concludendo

Dopo aver visto come liberarci dai vestiti superflui, ottenendo armadi con più spazio e ordine, con questo ho voluto analizzare quelli che sono altri spazi della camera da letto, che rischiano di creare disordine e accumulo.

In una camera da letto in ordine è più facile fare sonni tranquilli ed io spero di avervi aiutato a dormire meglio! 😉

Un abbraccio e alla prossima.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *