Le attività dei bambini

Organizzare le attività dei bambini durante la quarantena

La convivenza

È trascorso già un mese di quarantena. Per molti di noi questo periodo ha rappresentato una riscoperta dei piccoli piaceri, dello stare in famiglia, del curare le relazioni, per altri non è stato così semplice.

Bisogna impegnarsi tutti in famiglia, perché la convivenza forzata 24 ore al giorno sicuramente non è facile, e trascorrere le giornate tutte uguali non aiuta; per questo un piccolo accorgimento è cercare di rispettare un calendario delle attività, che ci aiuta ad orientarci nel tempo, differenziando i giorni infrasettimanali e soprattutto i festivi.

L’importanza delle abitudini

Mantenere delle abitudini e delle routine, oggi più che mai è importante per i bambini, perché “sapere cosa arriva dopo” dà loro molta sicurezza, il rischio altrimenti è quello di trascorrere le giornate in balia degli eventi e spesso dei battibecchi!

Quindi, prima di pensare alle più disparate attività da fare con i più piccoli, pensiamo a fissare delle buone abitudini: il risveglio e la routine del mattino (colazione, cura della persona, vestizione, cura della casa), le merende, i pasti, il sonno e la routine serale. Tutte queste azioni dovrebbero avvenire all’incirca sempre con gli stessi orari e modalità, possibilmente coinvolgendo i bambini laddove sia possibile, come ad esempio nel riordino della mattina e della sera e nella preparazione dei pasti più semplici.

Consolidate queste abitudini otterremo una casa più in ordine e probabilmente scopriremo che il tempo libero da gestire, non è poi così tanto,  potrà anche capitare di scoprire che nostro figlio lo sfrutterà in autonomia e in quel caso, ben venga il gioco libero!

Routine e calendario

Per aiutare i più piccoli a dare un ordine alle azioni, possiamo avvalerci di strumenti visivi che possiamo fare a casa con carta e matite colorate o con l’uso di una stampante. Rendere le sequenze di azioni visibili aiuta molto i bambini, che col passare del tempo impareranno le routine.

Per i bimbi più grandi invece può essere d’aiuto sapere più a grandi linee cosa andremo a fare nell’arco della giornata o della settimana, per questo uno strumento utile è la tabella del giorno o il planner settimanale, fatto sempre con immagini di chiara comprensione, magari scelte o fatte insieme.

Alcuni spunti

Vi descrivo di seguito tre idee per rendere visibile il passare del tempo all’interno della giornata o della settimana.

Non sono tutorial per la realizzazione degli strumenti, ma solo spunti per creare la vostra personale tabella giornaliera o settimanale, se avete bisogno di altre idee Pinterest ne è una fonte inesauribile!


1) La tabella della giornata tipo

caratteristiche

È lo strumento più semplice, da realizzare e da seguire, adatto anche ai bambini più piccoli (2-3 anni), serve per orientarsi all’interno della giornata.
Finché i bambini fanno il riposino, distinguere il mattino dal pomeriggio può non essere così scontato, ma visualizzando il momento presente in maniera chiara, saranno più consapevoli dello trascorrere del tempo.

in pratica

Io ho fatto questa base solo per esempio, ma potete sbizzarrirvi con materiali, supporti e immagini fatte da voi; vanno inserite tutte quelle attività consolidate nella vostra giornata, in maniera semplice, per dare un’ordine alle cose. 

Se siete molto abitudinari e fate all’incirca le stesse cose tutti i giorni, potete segnare anche il tipo di attività da fare nel tempo libero (ad esempio, ginnastica la mattina), altrimenti lasciate spazi liberi o simboli jolly per rappresentare quei momenti da “riempire” con gioco libero o attività strutturata.

2) L’orologio delle attività

caratteristiche

Avvia all’apprendimento della lettura dell’ora e per i bambini sarà molto divertente usarlo.

in pratica

È un orologio in cui al posto delle ore (o in aggiunta ad esse) ci vanno le immagini delle azioni da compiere. Si può creare fisso con solo le immagini delle azioni consolidate o dinamico, facendolo su un supporto che ci permetta di attaccare e staccare le immagini (come ad esempio una lavagna magnetica o di sughero).

È un po’ più complicato da creare, ci vuole un po’ di manualità, ma sarà molto versatile e divertente anche per i bimbi più grandi, qui potete scaricare la base di quello che ho fatto io.

3) Il calendario settimanale

caratteristiche

È lo strumento più adatto a chi vuole dare delle regole precise all’interno della settimana, come ad esempio l’attività fisica si fa il lunedì e il giovedì o la tv si guarda solo nel fine settimana. 

Nella vita “normale” è un valido supporto anche per quei bambini un po’ più grandi che hanno una serie di attività extra scolastiche o che certi giorni vanno dai nonni materni piuttosto che paterni.

Sapere cosa succederà dopo o domani per i bambini sarà molto rassicurante e pian piano capiranno il trascorrere dei giorni, delle settimane, dei mesi ecc., in maniera del tutto naturale.

in pratica

Si può costruire in diverse maniere, decidere quanto andare nel dettaglio.
In questo caso le attività consolidate, se il bambino è abbastanza grande, si possono anche omettere, come in questa base che ho creato, meglio non esagerare con le quantità di immagini.

Extra

L’elenco delle attività

Per noi genitori, in questo periodo può essere d’aiuto predisporre un elenco di attività che ci piacerebbe fare, magari suddividendole per tipologia, come ad esempio: musicale, motoria, ricreativa, ecc..


Concludendo

Non importa quanto sia ricco o scarno il nostro calendario delle attività, ricordiamoci che l’obiettivo principale è quello di dare sicurezza ai nostri bambini e solo noi sappiamo quali siano le loro esigenze; se sono più abitudinari, se hanno bisogno di variare, se preferiscono attività dinamiche o tranquille, l’importante è rimanere in ascolto ed aiutarli come possiamo, con strumenti semplici e adatti al loro sviluppo.

Restiamo vicini, anche se lontani, un abbraccio!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *